-->

martedì 5 luglio 2016

Inghilterra è festival Dimissioni no alla responsabilità BREXIT.


La Brexit in mezzo al Mar. Adesso che c'è nessuno vuole l'eredità politica di un collasso. Dipinto con la Pittura di Trasformazione.

Uno dopo l'altro tutti coloro che in prima persona hanno fatto accadere la BREXIT, stanno uscendo di scena, e con diverse motivazioni rassegnano le dimissioni.


  • Cameron David

  • Boris Johson

  • Farage Nigel



Sembrerebbe che dopo avere creato il disastro a nome BREXIT, nessuno voglia prendere l'eredita politica dei costi di questa, infausta scelta.

Sapete perché questi nani della politica, lasciano? Sapete perché si defilano? Sapete perché appena dopo il grande trionfo si dimettono?

Forse perché stanno uscendo i primi dati su quella che sarà l'economia Britannica del dopo BREXIT. Il giochino allo sfascio portato avanti dai signori sopra, sembra che nel breve e medio periodo sia pesantissimo.

Si prevede per il 2020 la perdita di 1 milione di posti di lavoro e una diminuzione di business di 100B£, praticamente il tracollo. Dal punto di vista Politico non dimentichiamo che ci sarà da gestire l'uscita della Scozia da UK e forse anche quella dell'Irlanda.
Alla luce di questo pessimo scenario, previsto da più economisti, il bravo politico Inglese, cosa fa? Si dimette.






Un cronista Inglese, Hugo Rifkinddel Times,  ha ironizzato su questa situazione della BREXIT citando il cantante dei Guns N' Roses con la canzone Sweet Child O'Mine.

Riferita alla chiusura del pezzo dove AXL Roses il Mitico cantante del gruppo si interrogava, come penso gran parte del popolo Inglese...

Where do we go?
Where do we go now?
Where do we go?
Oh, oh
Where do we go?
Oh,
Where do we go now?
Where do we go?
Oh, (sweet child)
Where do we go now?
Oh,
Where do we go now?
Oh,
Where do we go?
Oh,
Where do we go now?
Oh,
Where do we go?
Where do we go now?
Where do we go?
Oh,
Where do we go now?
No, no, no, no, no, no
Sweet child,
Sweet child of mine

 Se volete farvi un'idea di tutta la mia produzione d'arte, potete fare riferimento a questo link. Cliccate sulla foto per entrare nella mia Page e scoprirne le differenti presenze in rete.


Flavio FASSIO on Page.is

My social accounts and links I'd like to share are all here, at one Page
© Ceci n'est pas un "Quadro". | Powered by Blogger | Design by Enny Law - Supported by IDcopy