-->

mercoledì 27 gennaio 2016

La ricerca di un Dialogo d'arte tra Bloggers.



Una delle cose belle nel  fare un'arte come la mia 30%Classica e 70%Digitale , nel crearla e pensarla è  la possibilità attraverso la rete di stare "Tuned" su quello che succede, ci sono anche naturalmente i Libri - i Giornali e i Settimanali etc., ma la rete oggi giorno è senzaltro lo stumento ideale per iniziare a seguire l'arte.

Io seguo personalmente diversi Blog d'arte, perchè sono sempre desideroso di capire la visione, delle persone che hanno studiato l'arte, perchè penso che abbiano una serie di strumenti, e una capacità di analisi, che mi può aiutare a capire meglio la realtà artistica del tempo, passato, presente e futuro e quindi a capire il Mondo.

Uno dei Blog che seguo e "La linea d'ombra", di Arianna Senore, una giovane, bella e appassionata ragazza che scrive molto bene, spaziando con metodo e arguzia, gli stili, le epoche, le correnti e le mode del mondo dell'arte e dell'architettura. Insomma, se trovaste un poco di tempo per leggere il suo Blog,  potrete capire  in fretta, che non ci si annoia, ma si può usufruire di un giusto mix, di approfondimento, immagini e freschezza di pensiero, supportato da una passione e una preparazione non comuni.

Da qualche tempo, ho chiesto ad Arianna, di dedicare, un poco di spazio all'arte contemporanea ed in particolare alla mia arte. Poi ieri mi è venuto in mente di, partire personalmente ad interagire con il suo Blog, attraverso la Contaminazione delle immagini di un suo articolo.

Voglio partire da qui per cercare di; aprire un "Dialogo con Arianna", per due, tre ragioni.

  • Mi piace da impazzire il titolo del suo blog. Essendo io  appasionato giovanile lettore  di Joseph Conrad , apprezzo l'uso del  titolo di un   classico  per caratterizzare un lavoro di  critica d'arte, e mi piace anche l'interpretazione che Arianna definisce nella sua Visione, trovo il tutto estremamente vivace.

  • Arianna è della valle di Susa, quindi una giovane  delle Provincia di Torino, come me. Be io mi ritengo un "diversamente" giovane. Ecco sono convinto che un dialogo d'arte tra generazioni diverse sia necessario, in particolare ricerco, come pittore di sperimentazione e contemporaneo, un dialogo ... cosa abbastanza rara in Italia.


  • Mi sembra che sia proprio fissata con l'arte, insomma ha una  bella,  bella fissa, che coniuga nella condivisione dei suoi articoli di architetura e di arte   e anche quando va in vacanza trova il modo di visitare le città riportandone la sua visione rispetto a ciò che vi trova di culturalmente interessante. 
.

Quindi, non avendo  concordato  prima con lei nulla , io comunque parto...  in questo discorso d'arte, ho imparato solo a seguire la linea dei miei pensieri poi se risponderà tanto meglio... e poi trovo che sia bello cosi, i blogger sono , le ultime persone libere di questo mondo, se pensate, questo è il mio spazio e faccio un poco ciò che mi pare....

Come prima cosa vi chiedo di leggervi, l'articolo da lei scritto cliccando sul seguente titolo: 

 Puntatore al Blog di Arianna - La linea d'ombra.


Ecco, la mia risposta parte da questa sua domanda finale.


Ultima osservazione: cosa avranno mai potuto esporre qui dentro i Tedeschi, senza che risultasse incredibilmente secondario?

Forse la risposta a questo dilemma è che la Germania non voleva mostrare i suoi prodotti tipici o la sua cultura tradizionale, ma piuttosto il livello di avanzamento culturale e tecnologico che la rendeva probabilmente il Paese più vivace del mondo.

Da pittore ho dato una risposta Visuale, operando su padiglione, "Mausoleo", attraverso una
operazione di Contaminazione. 

Spero di essere riuscito a dare, una risposta, ad Arianna, per dimostrare che se hai le giuste idee anche l'arte può spiccare senza essere secondaria al discorso architetturale.

Questo per una ragione, molto semplice, ho voluto dimostrare il livello di avanzamento culturale e tecnologico della mia arte. 

La Pittura di Trasformazione - 30%Classica e 70%Digitale.


Colore di Onda Splash!!! Dipinto con la Pittura di Trasformazione da Flavio Fassio nel 2015. Contaminazione del   2016.



Il Trittico del Luminoso Ponte dipinto da Flavio Fassio nel 2015 con la P.d.T. Contaminazione del 2016.






Sulla six Bouchet e dentro la struttura C'à niscuno è fesso!!! dipinti da Flavio Fassio nel 2015 con la P.d.T. Contaminazione del 2016

Ho portato un poco di colore e calore Italiano, diciamo un "Checco Style" per Contaminare  il "Mausoleo" che ritenevo leggermente Freddo.

Sicuramente per il tempo nel quale era stato concepito, una realizzazione rivoluzionaria.
Da questo punto di vista mi sento di condividere pienamente il pensiero e quanto espresso da Arianna, nel suo bell'articolo. 
Ho cercato di integrare la Pittura di Trasformazione, e la sua capacità di essere Street-Art Luminosa e rispettosa del muro, dentro la storica Architettura del;

 padiglione della Germania di Mies Van Der Rohe

Ringrazio Arianna, per la sfida che mi ha lanciato dal suo blog, sperando di essere stato all'altezza, ma questo come si sa. non è più un problema mio, io creo, altri se vogliono potranno, criticare.


Chiudo con una piccola innocente provocazione molto "Checco Style",  spero simpaticamente graffiante, molto Italiana , cafonal, quanto basta irriverente, per farci una risata alla faccia del "Mausoleo Freddo", ma la statua si è trasformata, se non avete notato, da Silfide Ariana  in un Putto Pisciante Trasgender...

La statua del Putto Pisciante Trasgender, contaminazione "Checco Style" di Flavio Fassio nel 2016 con la P.d.T.

Ora mi permetto di dire solo una cosa , a quei gran "Cxxxxxi" dell'Expo 2015, che non mi hanno per ben 3 volte, considerato. 1-2-3.... non riteniamo idonea la sua proposta.

Se mi prendevate,  la statua del Putto Pisciante Trasgender, Moscato d'Asti , ve la facevo anche a voi... cosi mentre facevano la coda, le persone potevano, rifrescarsi!!!


Tornando alle cose serie, spero Arianna, che la mia Contaminazione ti sia piaciuta.


Le mie opere sono tutte Pubblicate nel mio Blog.
Se volete approfondirne il senso vi , lascio i Puntatori di quello che ho presentato:


  Il luminoso ponte trovate a Questi link



Il Trittico                       



La saga di Bouchet trovate qui 4 puntate 




Qui invece trovate  C'à nisciuno è Fesso!!!
 Flavio Fassio   

                     pittore - inventore - blogger

Ricerca nuovi territori d'Arte attraverso il Visual Storytelling.
 
Dipinge Video come un tempo i    Pittori le tele o i muri.


 Clicca sulle mie Identità Digitaliplease Seguimi...e condividimi             Grazie!!!                 
Le Blog.      Le Site.     La Page FB.    Le Canale YouTube.   About.me   Medotcom


© Ceci n'est pas un "Quadro". | Powered by Blogger | Design by Enny Law - Supported by IDcopy